Questo sito utilizza i cookies. Utilizzando i nostri servizi, l'utente accetta le modalità d'uso dei cookie di questo sito. 

Curriculum

rogos illustration

Rogos si è costituita nell’ottobre del 2006 come società cooperativa con l’intento di offrire servizi nel campo della didattica, divulgazione ambientale, promozione storico-culturale del territorio e della tutela e valorizzazione del patrimonio naturalistico.

Dall’agosto del 2007 cura la gestione del Centro visite Gradina per conto del Comune di Doberdò del Lago (GO).
Il Centro rappresenta la sede logistica per l’organizzazione di tutte le attività essendo anche la sede legale della cooperativa.

Da aprile 2008 a marzo 2009 Rogos ha gestito il Centro visite di Bagnoli della Rosandra della Riserva naturale regionale della Val Rosandra, organizzando mostre, conferenze ed escursioni naturalistiche.
Tra le principali finalità perseguite, molto importante è la didattica ambientale essendo questo il mezzo ottimale per creare una cultura ambientale tra i giovani. A questo scopo Rogos si è da subito attivata con iniziative proprie e con le Istituzioni collaborando al progetto regionale “Conoscere per Crescere” già dall’anno scolastico 2007/08 sia per la Riserva naturale della Val Rosandra che per la Riserva naturale dei laghi di Doberdò e Pietrarossa.

Nell’aprile del 2009 ha ricevuto l’incarico dal Servizio tutela ambienti naturali e fauna per lo svolgimento di visite guidate nel Biotopo dello Schiavetti a Monfalcone (GO) coinvolgendo circa 600 studenti del Monfalconese.

Da giugno del 2009 la cooperativa si è attivata nella promozione dei prodotti tipici del Carso, tassello importante della cultura locale, creando una vetrina attraverso la quale produttori e pubblico possono “incontrarsi” e conoscersi. A tale scopo presso il centro visite Gradina vengono organizzati periodicamente due tipologie di incontri supportati dalla presenza di un tecnico esperto (O.N.A.V.- Organizzazione Nazionale Assaggiatori Vino), socio della cooperativa Rogos.

Da giugno 2011 con l’affidamento del Giardino botanico Carsiana si è intensificata l’attività di gestione di aree naturalistiche. Nella fattispecie la cooperativa si occupa della manutenzione del giardino botanico e la pianificazione della gestione degli habitat qui ricostruiti e delle aiuole tematiche.
Carsiana naturalmente è anche un luogo di elezione per la realizzazione di laboratori didattici, visite guidate e promozione del territorio dal punto di vista naturalistico.
Nel corso della gestione la cooperativa Rogos ha organizzato eventi promozionali nel giardino e aderito agli eventi (Barcolana, Next) promossi dalla Provincia di Trieste.

Da ottobre 2012 Rogos è il gestore della Riserva naturale Foce Isonzo. L’incarico prevede la promozione dell’area protetta, la manutenzione del verde, gli sfalci dei prati umidi (come attività di gestione naturalistica), l’organizzazione e promozione delle attività di didattica ambientale, la gestione dei cavalli Camargue e la conduzione delle visite guidate a cavallo.

Nell’intento di collaborare con Istituti di ricerca e per l’istruzione, Rogos ha ottenuto l’accreditamento dall’Università degli Studi di Trieste per lo svolgimento di tirocini nella Riserva naturale dei laghi di Doberdò e Pietrarossa, nel Giardino botanico Carsiana e nella Riserva naturale Foce dell’Isonzo.

Maggio 2013 – predisposizione del progetto pilota di riqualificazione dell’area verde di via Orlandini (TS) per la creazione di un giardino naturale comprensivo di orto e frutteto.

Giugno 2013 – Realizzazione del Giardino Mediterraneo incluso nel Giardino botanico Carsiana (Sgonico-TS) nell’ambito  del progetto Interreg SIGMA 2 – Rete transfrontaliera per la gestione sostenibile dell’ambiente e della biodiversità.